Crea sito

R2 - RoboRoma 
La prima comunità romana
di sviluppo di progetti elettronici
basati su piattaforma Arduino.
Progetto 2
Interfacciare con Arduino qualunque dispositivo elettronico
Grazie all'estrema facilità d'uso di Arduino, è possibile interfacciarla a un qualunque dispositivo elettronico (o quasi) a un costo irrisorio: meno di un euro, il costo di una fotoresistenza.
Una fotoresistenza è una resistenza sensibile alla luce; ossia, una resistenza che cambia il suo valore a seconda di quanta luce la colpisce.
Cambiando il valore della resistenza, se questa è percorsa da una corrente cambierà anche la tensione ai suoi capi; se colleghiamo uno dei capi ad un igresso analogico di Arduino, potremo misurare questo cambiamento di tensione, e impostare una soglia superata la quale potremo far fare ad Arduino quello che vogliamo: mettere a ON un piedino che controlla un relè, e quindi accendere un'utenza; o mostrare il dato su un display LCD; oppure addirittura inviare una mail, semplicemente facendo collegare Arduino ad un server SMTP.
Questo significa che possiamo far sì che qualunque dispositivo elettronico dotato di una spia luminosa potrà, tramite Arduino, essere abilitato ad inviare una mail nel momento in cui la spia si accende: una centralina di allarme, un segnalatore di fughe di gas, un rivelatore di movimento a infrarossi... Non c'e' limite al tipo di oggetto che può essere in questo modo abilitato a inviare email.
Ma l'aspetto più importante di questo progetto è la non invasività: utilizzando semplicemente una fotoresistenza attaccata con un po' di nastro adesivo alla spia di un dispositivo, non ci sarà bisogno di manomettere il dispositivo, invalidandone la garanzia o rischiando di danneggiarlo; al cotntrario, esso rimarrà perfettamente intatto, anche quando dovessimo decidere di rimuovere l'interfaccia.

Qui di seguito è illustrato il semplicissimo circuito utilizzato per realizzare l'interfaccia ottica:
schema

Si tratta, come si vede, di un semplice partitore di tensione: piuttosto cioè che mettere la sola fotoresistenza, è preferibile infatti collegarla in serie ad una resistenza variabile, detta trimmer , per permettere di regolare manualmente il valore registrato da Arduino.  

COLLEGAMENTI
  1. Collegare il morsetto centrale del trimmer a un morsetto qualunque della fotoresistenza.
  2. Collegare l'altro morsetto della fotoresistenza al pin GND (massa) di Arduino.
  3. Collegare uno qualunque dei due morsetti restanti del trimmer al pin 5V di Arduino. Lasciare scollegato l'altro.
  4. Infine, collegare un filo dal morsetto centrale del trimmer al pin A0 di Arduino.

A questo punto, caricare su Arduino questo sketch di prova:


int SOGLIA = 512; // Valore superato il quale si accende il led

void setup() {
    Serial.begin(9600); // Inizializza porta seriale.
    pinMode(A0,INPUT); // Pin di lettura della resistenza
    pinMode(13,OUTPUT); // Pin del LED incorporato
}

void loop() {
 
  int valore = analogRead(A0); // Legge valore fotoresistenza.
  Serial.print(valore); // Stampa sempre il valore.
  if (valore>SOGLIA) { // Solo se il valore e' piu' grande
    Serial.print(" maggiore di ");  // di SOGLIA stampa anche
    Serial.println(SOGLIA);         // un messaggio.
    digitalWrite(13,HIGH); // Accende il LED.
  } else {
    Serial.println(); // Se il valore è minore, va semplicemente a capo.
    digitalWrite(13,LOW);  // Spegne il LED.
  }
}


Una volta caricato lo sketch, aprite il serial montor dell'IDE di Arduino premendo l'apposito pulsante:
pulsante

Sullo schermo apparirà una finestra simile a questa:
serial monitor

Selezionando la casella Autoscroll (selezionata per default) i numeri scorreranno continuamente, mentre si fermeranno de-selezionandola; manteniamola quindi selezionata, e muoviamo la fotoresistenza in modo che riceva più o meno luce, o illuminiamola con una torcia: si vedranno i valori cambiare in tempo reale. Se il valore è sempre superiore o sempre inferiore alla soglia, regolare il trimmer opportunamente, in modo che quando la resistenza è illuminata il valore risulti inferiore a 512, e lo superi solo quando non è illuminata.
Osservando il LED presente sulla scheda si vedrà che si accende o spegne a seconda di quanto è illuminata la fotoresistenza.
E' quindi ora possibile attaccare la fotoresistenza sul LED di un qualunque dispositivo, ad esempio un PIR, un rivelatore di movimento a raggi infrarossi:

Bisognerà ovviamente scegliere un PIR che accenda un LED esterno quando rileva un movimento; quasi tutti lo hanno, però alcuni, come questo, no:
PIR

Questo invece sì:
PIR_LED

Non dovremo quindi fare altro che attaccare la fotoresistenza sopra al LED (verificando quale lato della resistenza è più sensibile alla luce), collegare il PIR all'alimentazione, e muovere una mano davanti ad esso in modo da far accendere e spegnere il LED, regolando opportunamente il trimmer in modo che Arduino sia in grado di rilevare accensione e spegnimento del LED.

In un prossimo articolo vedremo come far sì che, invece di limitarsi ad accendere il LED 13, Arduino invii una mail quando vede accendersi il LED.



Creato da JumpingJackFlash (2011)
jumpjack at libero dot it

Ultimo aggiornamento: 16 aprile 2011



News