Crea sito

R2 - RomaRobotica 
La prima comunità romana
di sviluppo di progetti elettronici
basati su piattaforma Arduino.
14 Aprile 2011
Arduino Day
Si è svolto con grande successo l'evento "Arduino Day" organizzato da DiScienza, il primo raduno di appassionati di elettronica e di Arduino.
Nonostante il pessimismo e le "speranze negative" di alcuni (ebbene sì, c'erano alcune persone che scrivono assiduamente sul forum di Arduino ma che hanno sperato fino all'ultimo che Arduino Day andasse malissimo, chissa perchè), l'evento si è rivelato un grande successo, nonostante qualche inconveniente tecnico-logistico, inevitabile ad ogni "prima". Non è infatti potuto intervenire Massimo Banzi in conferenza, in quanto impossibilitato ad essere fisicamente presente a Roma; si è allora ripiegato su una teleconferenza tramite Skype... almeno ci si è provato: all'inizio la connessione non riusciva affatto, e quando finalmente è riuscita, non funzionava l'audio. Le conferenze sono così continuate senza il co-autore italiano di Arduino, ma hanno comunque registrato una larga partecipazione: nonostante i 200 posti a sedere, molti sono stati costretti a seguirle in piedi!
I dettagli del lato-conferenze potete probabilmente trovarli sul sito www.discienza.org. Qui invece vglio occuparmi del lato tecnico.

Come concordato con DiScienza, numerosi progettisti "in erba" hanno potuto esporre i loro progetti nella stanza adiacente a quella delle conferenze; circa una decina di persone di ogni età (apparentemente dai 20 ai 60 anni, ma non ho dati certi) hanno esposto ogni tipo di apparato: c'era l'inseguitore solare, che mantiene i pannelli solari sempre col migliore orientamento verso il sole nel corso della giornata; c'era il "mine-mapper", un robot cingolato in grado di individuare le mine nei campi minati, passandoci sopra senza innescarle grazie alla sua leggerezza, e di creare una mappa completa lavorando in sinergia con una decina di suoi simili connessi via radio; c'erano i cubi elettronici per i bambini, i giocattoli per bambini ipovedenti, e naturalmente qualche robot line-follower, altri che percepiscono gli ostacoli tramite sensori ad ultrasuoni, e poi applicazioni di domotica o di "arte elettronica", nonchè applicazioni musicali o prettamente tecniche, come il calibro elettronico interfacciato al PC tramite Arduino per vedere la misura scritta in caratteri alti 20 cm invece che 2.
Probabilmente c'erano anche molti altri progetti che si sono avvicendati nel corso della giornata, ma non ho potuto vederli tutti, essendo presente solo io alla postazione di RoboRoma, e anche perch` alcuni hanno "strabordato" fino in sala conferenze, una volta esaurito lo spazio nella sala esposizioni: chiedo scusa a chi non ho citato, e lo invito a inviarmi una mail con la descrizione del progetto che ha esposto e, possibilmente, una foto fatta all'Arduino Day.

Noi di RoboRoma eravamo presenti con 5 progetti, perlopiu' volti a mostrare al pubbico la facilità con cui si può costruire un sistema Arduino anche complesso pur senza avere grandi conoscenze di elettronica:
- schermo LCD: il progetto mostrava come con soli 15 euro e 5 pin è possibile collegare alla Arduino un display LCD alfanumerico e grafico con retroilluminazione, e scrivere su di esso semplicemente come si scrive sulla seriale: con una singola istruzione del tipo print(stringa)
- interfaccia universale Arduino: basta una semplice fotoresistenza da pochi centesimi per interfacciare con Arduino qualunque apparecchio dotato di una spia LED; attaccata al LED con un po' di nastro adesivo, quindi senza dover aprire l'apparato invalidandone la garanzia, la fotoresistenza "vede" quando il LED è acceso e spento, e la Arduino può svolgere una qualunque operazione in base allo stato del LED: attivare un relè, accendere un motore... o inviare una mail! (v.sotto)
- mailsender: una breve sequenza di comandi invati da Arduino tramite telnet permette alla scheda di inviare e-mail tramite lo shield ethernet; abbinato all'interfaccia universale a fotoresistenza descritta prima, permette di dotare di funzione e-mail qualunque apparato dotato di LED!
- telecontrollo di relè tramite internet: una brevissima pagina web contenente qualche pulsante può essere memorizzata sulla Arduino, senza nemmeno bisogno di una scheda esterna; premendo un pulsante, la Arduino, distante 1 o 10.000 chilometri, può attivare un relè, e quindi un qualunque apparato: una lampadina, una sirena di allarme, un termosifone, un condizionatore. Il tutto al costo di 60-70 euro: 26 la arduino e 30-40 la scheda ethernet (a seconda dei modelli).
- macchinina robot: sicuramente il progetto che, sebbene ancora incompleto, ha destato più stupore: un robot costruito collegando la Arduino a una macchinina telecomandata del costo di 10 euro, utilizzando semplicemente 4 fili! E' il progetto che trovate descritto nei dettagli in questa pagina. Rispetto a quello, la versione mostrata ad Arduino Day era un po' più "evoluta" in quanto anzichè montare un'ingombrante Arduino completa, montava una Ardweeny, una microversione prodotta dalla Solarbotics canadese, venduta in scatola di montaggio ad appena 15 euro. E' persino più piccola della batteria a 9V necessaria ad alimentarla! Questa versione della macchinina non aveva ancora i sensori attivi, per cui poterva muoversi sul tavolo espositivo grazie a una sequenza preprogrammata di comandi.

Il grande interesse mostrato dal pubblico (alcune centinaia di persone che si sono susseguite dalle 11.00 fino alle 17.00, quando il sottoscritto ha "ceduto" halla stanchezza e al mal di gola per le troppe spiegazioni, ed è dovuto tornare a casa...) per RoboRoma e i suoi progetti è testimoniato dalle 30 persone che hanno lasciato il proprio indirizzo e-mail per registrarsi alla mailing list di RoboRoma ed essere informata di tutti i prossimi eventi che organizzerà e dei progetti che pubblicherà: sono stati molti infatti a chiedere se gli "sketch" dei progetti esposti erano disponibili liberamente. "Ancora no", è stata la risposta, ma lo saranno non appena saranno stati portati in forma "presentabile" rispetto a quella attuale di prototipo.
Nel frattempo, chiunque può aggiungersi alla mailing list semplicemente inviandoci una mail di richiesta.
Presenti all'evento, come già a RomeCup, i responsabili della rivista ElettronicaIn, che hanno espresso la loro disponibilità a pubblicare sulla loro rivista i progetti realizzati dagli "arduinomani romani" presenti in sala.


Il gruppo RoboRoma desidera ringraziare pubblicamente gli organizzatori di ArduinoDay per avergli dato la possibilità di partecipare all'evento e per aver contribuito alla diffusione della conoscenza di Arduino nella nostra città.

Il prossimo appuntamento per tutti gli appassionati romani di elettronica e di Arduino è per DigitalRome2011, attualmente in programma per la fine di settembre, ma ancora da definire esattamente: questa volta non ci saranno solo espositori e visitatori, ma anche venditori di componenti e di Arduino, cosicchè i visitatori abbiano modo di ricreare a casa quello che vedranno esposto in fiera.

Chiunque fosse interessato ad aiutare il gruppo RoboRoma ad organizzare questa fiera (contattando sponsor, cercando spazi espositivi, facendo pubblicità nelle scuole, stampando volantini e magliette ecc..) puo' contattarci all'indirizzo jumpjack at libero dot it per ricevere ulteriori informazioni.


Ecco alcune foto scattate durante l'evento: se ne avete altre, mandatecele! Pubblicheremo le piu' interessanti.

Cliccare sulle foto per vedere la versione hi-res.


Panoramica su alcuni dei progetti esposti. (Foto scattata a inizio evento, in seguito si sono aggiunti altri progetti).


La stessa foto vista sopra, ma con descrizione dettagliata dei progetti presentati da Roboroma



Una pessima foto dell'altro lato del tavolo. Se ne avete una migliore, inviatecela!



Applicazione di domotica a controllo remoto


Visualizzatore dati di calibro digitale


Inseguitore solare


Robot line-follower (sullo sfondo). In primo piano un robot parlante che evita gli ostacoli.


I nostri progetti

Scrivici!





News